Avevo detto “gravidanza tranquilla”!

Emma Luna sta bene. Io sto bene. Stiamo tutti bene.
Però.
Ricordo di aver detto chiaramente all’ostetrica del consultorio che avrei voluto una gravidanza serena e non medicalizzata, a meno che non ce ne fosse bisogno, e che rifiutavo ogni tipo di ecografia di secondo livello e ogni controllo invasivo, nonchè ho barrato una bella casella in cui sotto la mia responsabilità rifiutavo la possibilità di fare diagnosi prenatale.
In poche parole, avrei voluto le tre classiche ecografie passate dal SSN e sottopormi ai soli esami di routine, molti dei quali tra l’altro non sono più in esenzione.
Non mi sono bevuta il cervello.
E nessuno, come successo durante una discussione con la ginecologa, può accusarmi di non interessarmi al mio feto a mia figlia.
Semplicemente, conscia di quello che ho passato, ma anche consapevole di avere gravidanze fisiologiche e assolutamente senza problemi, volevo godermi il dono di un altro figlio in santa pace.
E soprattutto, anche se molti hanno strabuzzato gli occhi quando l’ho detto apertamente, ho abortito una volta, ho avuto un lutto difficile, pesante e lungo svariati mesi – mesi in cui l’unico scopo della giornata era respirare per arrivare a sera – e di certo, se anche Emma fosse risultata malata, non avrei voluto ripetere l’esperienza.
Sono passati sei anni da allora, sono cresciuta, maturata, sono diventata madre. La mia scelta di allora era giusta per la Claudia di allora, non sarei stata in grado di assistere Nicole, mi avrebbe ucciso (e lei, mi hanno confermato svariati medici anche qui, non ce l’avrebbe comunque fatta). Ora forse non sarei più brava di prima ma sarei più forte.
O forse semplicemente rifiuto l’ipotesi che possa succedere ancora.
Emma sta bene.
E io voglio, volevo, vivere una gravidanza spensierata.
Spensierata, non scellerata.
Tutta questa premessa per arrivare a un punto: la mia volontà non è stata rispettata ed essendomi affidata al SSN il tutto è soltanto diventato un grande, un enorme, stress.
Dalla morfologica, fatta un mese fa, ho dovuto fare, nell’ordine: visita ginecologica al consultorio, toxo test e urine al centro prelievi convenzionato in cui vado da febbraio, ecografia di controllo all’ospedale di Saronno (dove vorrei partorire), prenotazione di persona di tampone e curva glicemica – il che ha significato perdere un’intera mattinata per indicazioni sbagliate prima e perchè nel primo ospedale in cui sono andata non ho nemmeno trovato il CUP, tampone ieri e stamattina avrei dovuto fare la curva glicemica ma non sono riuscita ad alzarmi dal letto. Domani ecocardiografia con una dottoressa guru nel settore dall’altra parte di Milano.
(Il tutto condito da: cambio residenza, scelta del medico, ricerca di una nuova casa, scadenza assicurazione della macchina, matrimonio e partenza di mia sorella per gli States, riunioni all’asilo, problemi con l’estinzione del mutuo, dichiarazione dei redditi, e vabbè… se non è tutto insieme non siamo felici.)
E, ripeto, Emma sta bene.
Ma.
Avendo io la storia che ho, alla morfologica la dottoressa scrupolosa ha visto un difetto nella valvola aortica che non c’era.
Quindi mi ha inserito, gentilmente e amorevolmente per l’amor del cielo, in Patologia della Gravidanza, con tutto quello che ne consegue.
Ora, il mio vecchio ginecologo in meno di dieci minuti ha con sicurezza escluso ogni tipo di problema e s’è felicitato con me di questa gravidanza.
Felicitato.
Gioia.
Sorrisi.
Emma mostrata anche nel suo semplice essere bimba nella pancia, e non feto da analizzare nel dettaglio.
Al controllo di settimana scorsa, la dottoressa di turno mi ha confermato, dopo un’ecografia di un’ora e il consulto con una sua collega, che mia figlia sta bene e non ha alcun tipo di difetto, però per sicurezza, mi dice, facciamo lo stesso anche l’ecocardio.
Per sicurezza.
Di chi?
Emma sta bene.
Io sto bene.
Perchè nessuno può semplicemente dirmi questo?
Confermare quella sensazione che io ho dal 13 gennaio, giorno in cui il test è risultato positivo?
Stiamo bene.
Lasciateci godere questo miracolo.

Annunci

12 risposte a “Avevo detto “gravidanza tranquilla”!

  1. Se il guro dell’ecocardio ti ha tranquillizzato stai serene e viviti la gravidanza con un po’ più di leggerezza.

    • È proprio questo il punto! Io volevo viverla con leggerezza ma mi hanno messo in patologia della gravidanza senza motivo… il guru non mi ha tranquillizzato per il semplice motivo che io ero già sicura che la bimba stesse bene 😉

  2. L’importante è che stiate bene….capisco che tutti questi esami in così poco tempo siano snervanti e stressanti e questo può avere un effetto negativo sulla gravidanza ma credo che sia dovuto ad un errore umano della ginecologa…io, personalmente, quando si tratta di salute preferisco avere a che fare con medici eccessivamente scrupolosi che poco attenti…almeno da adesso in poi puoi tornare a viverti la gravidanza tranquilla,no??

    • No Silvietta, non ho mica finito coi controlli. Io sto facendo controlli per la loro sicurezza, non certo per la mia. Il tampone ok, ho delle perdite e siccome so quanto le infezioni possano essere bastarde l’ho fatto senza dire niente. Ma quattro ecografie in un mese quando in tre persone mi hanno detto che non c’è niente non mi fanno stare tranquilla sinceramente, mi innervosiscono e basta.
      E no, non sono neanche il tipo che “più ecografie è meglio di meno ecografie” perchè non è vero. Perchè nelle storie tragiche che conosco quest’equazione non è risultata vera…

      • Silvia mariotti

        Ah avevo capito che nn dovevi più fare controlli visto che il problema nn esiste… così è accanimento ingiustificato…poi la decisione ultima spetta sempre all’interessato e questo diritto va difeso…

      • Più che accanimento… credo che sia insicurezza: è come se nessuno volesse prendersi la responsabilità di dirmi che tutto va bene a causa della mia storia. E’ questo che un po’ mi irrita. Ma teoricamente dopo l’ok della guru dell’ecocardio dovrei aver finito 😉

  3. Pensi davvero che “io sto bene, mia figlia sta bene” sia sufficiente per non dover fare più esami? Esistono milioni di cose che possono andare storte, anche delle quali completamente asintomatiche.

    • Davvero? Non lo sapevo.
      Essendo solo alla mia sesta gravidanza (due figli vivi e una in pancia). Avendo un’amica che ha perso la bimba per gestosi e una cugina che l’ha persa per un’infezione, no, proprio non lo sapevo.
      Ho detto gravidanza spensierata, non scellerata.
      Questo non vuol dire dover sottoporsi a controlli inutili (in tre persone mi hanno detto che il cuore è perfetto, perchè continuare in patologia quando ci sono persone che hanno VERAMENTE bisogno?).

  4. Ciao! Ti ho scoperta oggi, grazie al gruppo di mamme blogger su Fb.
    I tuoi post mi hanno riempito il cuore di emozioni incredibili. Sai spiegare con la semplicità di poche parole sentimenti fortissimi.
    Sto aspettando che il mio secondo bambino nasca, tra poche settimane.
    Ti capisco, sai, benché la mia storia non sia minimamente paragonabile alla tua, credo che il sogno di una gravidanza tranquilla sia il sogno di ogni mamma.
    Ti auguro ogni bene, per te, la tua Emma Luna e la tua famiglia, che la felicità riempia le vostre vite!
    Un abbraccio!

    • Grazie delle belle parole Silvia… che dire?? Vedo che anche tu stai per avere un altro figlio. Tantissimi auguri… stai per vivere un’avventura meravigliosa! 😊 un abbraccio a voi!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...