Ma se ve ne andate come fate con Nicole?

Ce ne andiamo.

Era questo il grande progetto di cui ancora non potevo parlare. Ce ne andiamo e non è più un segreto. La Sicilia non fa più per nessuno di noi. E’ un tornare, ma non un tornare indietro: è un tornare daccapo.

Scalpitiamo tutti ormai e la partenza è prossima: torniamo nella provincia milanese.

Quando l’ho detto la prima volta alle prime persone che l’hanno saputo, molte di loro si sono chieste cosa sarebbe successo con Nicole, che è sepolta al cimitero di Modica. Anni fa, dopo averla persa, mi ero più volte detta che nonostante qui non mi sentissi a casa non avrei potuto andarmene e lasciarla sola in quel posto orribile che all’epoca era il campo dei fanciulli; ma ora molto è cambiato, il lutto s’è trasformato in accettazione, la rabbia s’è placata e soprattutto il cimitero è passato sotto la gestione dei privati, che pur non facendo un eccellente lavoro, fanno comunque un discreto lavoro di mantenimento. Il campo dei fanciulli è tenuto abbastanza in ordine e questo un po’ ci ha tranquillizzati.

Purtroppo la vita va avanti. E non posso imprigionare noi che siamo vivi in una terra che è bloccata e per il bene di una persona che, obiettivamente seppur dolorosamente, non c’è più.

In più, succede nella vita di incontrare persone belle. Amici veri. Di quelli che senti con il cuore ancor prima di carpire le loro parole.

Un amico ha fatto questo:

WP_20140926_003

Gli abbiamo chiesto se conosceva qualcuno a cui chiedere per poter lasciare nostra figlia con una tomba che non avesse particolare bisogno di essere curata (e quindi in pietra – la piastrella decorata ce l’aveva regalata subito dopo la sepoltura un fornitore di mio marito) e lui ci ha risposto che se ne sarebbe occupato personalmente. Ha recuperato la pietra e l’ha lavorata con le sue mani, e con Salvo, una domenica mattina, sono andati a posarla sfidando le mafie del cimitero. Manca ancora un po’ di ghiaia e qualche piccolo accorgimento ma questo spetta a noi. Io e i bimbi abbiamo comprato due nuovi angioletti e dei piccoli fiori che loro stessi hanno voluto lasciarle e ora lei è lì, in pace, come noi.

Possiamo andare sapendo che il vento e la pioggia non rovineranno più i nostri goffi tentativi di abbellire il suo piccolo pezzo di mondo.

Possiamo andare sapendo che c’è chi se ne prenderà cura, così come in questi ultimi anni s’è preso cura di noi.

Possiamo andare sapendo che in tutto quello che è andato male abbiamo trovato un amico.

Un amico vero.

Annunci

19 risposte a “Ma se ve ne andate come fate con Nicole?

  1. Pingback: Amicizie e piacevoli sorprese | Claudia's blog

  2. Elisa - Tripvillage

    sono contenta perché se avete preso questa decisione vuole dire che ce n’era bisogno! in bocca al lupo 😉

  3. Oh mamma mia, Claudia, era da tanto che non passavo da quest’altro tuo blog, non sapevo nulla di quello che e’ successo ad agosto…mi dispiace tanto. Ti abbraccio forte. Si, Nicole e’ comunque con voi. Bacini

  4. mammeneldeserto1

    mi hai commossa , come spesso accade. Un ringraziamento a qs amico speciale .

  5. Tornare daccapo. È quello che vorrei anche io ultimamente. Non sapevo dirlo.
    È bello leggerti come sollevata.

    • Sí sollevata rende bene l’idea! Credo che bisogna un po’ toccare il fondo per riuscire a fare una scelta così drastica… non so, vale per me almeno, partire é più semplice di tornare. Tornare per molti é una sconfitta e invece io non la vedo così… non più, per lo meno!

  6. Sono felice per questa decisione. Lo sai, te lo dicevo tempo fa, che fossi tu giu’ o tuo marito su, ma c’era bisogno che steste insieme.
    E trent’anni, non lo sapevo. Certo cara mia, avete tutta la vita davanti. Anzi, due. In bocca al lupo, ma grande.

    • Trent’anni sí! 🙂
      Guarda stare separati per brevi periodi ok ma mai più così a lungo. Ne abbiamo sofferto tanto… ma alla fine ce l’abbiamo fatta, come sempre!
      Ora inizia una nuova avventura… e non vedo l’ora!

  7. E’ strano da dirsi, ma Nicole ha una bella tomba e per una che è contraria alla tumulazione è un bel dire…
    Sapere che un amico sincero se ne occuperà però è un cerotto sul cuore.

    • 🙂
      Guarda col senno di poi l’avrei cremata. Lí per lí ci hanno solo detto o tumulazione o rifiuti speciali e… non é nemmeno stata una scelta.
      É bello avere qualcuno che se ne prenda cura… é davvero un cerotto sul cuore, proprio come dici tu!

  8. È una bella notizia finalmente !
    Nicole è comunque con voi.

    Un buon amico è una grande fortuna da non lasciar andare, da tenere stretta.

    • Covava da un po’ ma non potevo ancora pubblicarla, ma finalmente mio marito s’è dimesso.
      Andare via sapendo di avere avuto un amico così scalda il cuore. E Nicole, bè… lei comunque è sempre con noi, e ora ha un bel posticino tutto per lei.
      Ti abbraccio Anna (ti ho letta ma non sono riuscita a commentarti, dici sempre tutto così bene che non c’è mai bisogno di altro, se non di ascoltarti in silenzio…)

  9. Li aspetto ma per davvero! 🙂

    Ti ho nominata per un giochino sul blog, quando e se hai voglia.
    Bacio :*

  10. E’ bellissima.
    Un amico da tenere stretto, davvero.

    Avevo capito che qualcosa bolliva in pentola e sono felice per te e per voi!

    Un abbraccio.

    • Mi piacerebbe trascinare mio marito all’estero ma questa sì che sarebbe un’imposizione e per ora ci accontiamo di tornare per un po’ all’ovile. Seguiranno dettagli 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...