Posso andare al nido anch’io?

Lunedì è stato il primo giorno di asilo nido di Noemi. Teoricamente avremmo dovuto fare un inserimento di qualche giorno, ma a lei sono bastati trenta secondi per capire che giocare con altri bimbi in una stanza tutta colorata è sicuramente meglio dell’ennesima mattinata passata tra divano e bagno insieme alla mamma.

Non ci sono rimasta male a dire il vero, ho provato solo un enorme senso di sollievo, perchè la scelta di mandarla al nido è arrivata in seguito alla decisione di prendermi il mio spazio.

Un semplice corso di acqua gym premaman una volta alla settimana, a cui ora unirò l’offerta per l’acqua gym del mese di gennaio.

Non ho mai sentito l’esigenza di separarmi da lei o il peso di averla sempre con me, ovunque andassi. Non ho mai sentito il bisogno di avere più spazio o più tempo libero in questi diciotto mesi. Mai, e lo dico con genuina sincerità.

Per me Noemi è stato tutto in questo anno e mezzo. E’ stata la mia pazienza, la mia forza, la mia gioia di vivere, la mia pace e la mia tranquillità.

Da quando è arrivato Nicolas (anche se per ora è una presenza reale solo per me, che lo sento scalciare nella mia pancia) non l’ho mai messa in secondo piano, nè mai ho pensato che potrà accadere. Noemi è Noemi.

Punto.

Non ho paura di toglierle qualcosa con questo fratellino, in realtà penso che le donerò qualcosa che non ha mai avuto e che sta avendo solo ora: un compagno di giochi, e di vita. Non sto a spiegare i motivi di tutta questa fretta nell’avere una seconda gravidanza, ma il vedere Noemi sempre sola ha comunque avuto un suo ruolo.

In ogni caso, questo è un periodo d’oro nei rapporti che ho con lei.

C’è una faccia che fa spesso e che vorrei poter fotografare ma so già che non potrò: per darmi un bacino, stringe forte le guance a forma di pesce, e sta lì, e mi fissa così finchè io non mi rendo conto che lei vuole darmi un bacino.

Succede decine di volte in una giornata.

Questa faccia mi fa sempre ridere, e mi fa sempre sentire ben voluta.

Mi fa capire che inizia a riconoscermi davvero, ad amarmi in modo più consapevole.

E ora che la porto al nido anche il nostro rapporto cambierà, lei crescerà improvvisamente, ma correrà ogni giorno da me non appena mi vede sulla soglia. E ogni volta mi scalderà il cuore.

Ci sono così tante cose da imprimere nella memoria…

Spero solo di ricordarle tutte.

Annunci

3 risposte a “Posso andare al nido anch’io?

  1. Quello che scrivi mi tocca sempre il cuore, cara Claudia. Questo post in partcolare! Anke io mi chiedo spesso se riuscirò a ricordare tutti i passi dell’Aurora. Già a volte mi sembra incredibile fosse una neonata poco tempo fa… Ti abbraccio! Rosita

    • Forse non riusciremo a ricordarli proprio tutti, ma penso che ci sarà qualcosa che ogni tanto li riporterà a galla: a me capita ora quando mi confronto con altre mamme di neonati e mi rendo conto di ricordare molto più di quello che pensavo… certo che crescono in frettissima pero! Un abbraccio forte e un bacio alla “piccola” Aurora!

  2. tranquilla, per quanti anni possano passare non scorderai mai nulla di ciò che riguarda Noemi
    per quanti bimbi tu possa avere ognuno di loro sarà speciale e non ci potrà mai essere uno privileggiato nell’amore che sai dare

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...