Sogno o son desto?

Ci sono notti che viene difficile dormire.

Mi sono svegliata nel lato di letto di Salvo, ed è strano perchè non ricordo di avergli chiesto il cambio. Di solito lo faccio quando mi torna l’ancestrale paura del buio e di quello che si può nascondere nell’oscurità.

Mi sono svegliata dal suo lato, consapevole solo di aver passato una notte piena di incubi.

Spostavano le tombe al cimitero di Modica, le spostavano con le gru, incuranti delle ossa, delle bare, dei ricordi. Le spostavano senza avvisarci.

Trovavo pezzi della sua tomba: i pupazzetti staccati dalla croce, le finte fedi del corso prematrimoniale, il bavagliolino, la croce, la piastrella decorata. Me le metteva fra le mani un’impiegata ma mi diceva che non poteva farci niente.

Sogno così spesso che mi spostano la bimba. Ma stanotte ho avuto paura di non trovarla più. E dopo vari risvegli sono riuscita a riportare tutto alla normalità, anzi, a farla riposare in pace in un luogo degno di essere chiamato Campo dei Fanciulli: pulito, con una bella lapide, e tutte le sue cose a posto.

E’ strano che proprio adesso mi torni quest’angoscia.

O forse inconsapevolmente ci ho pensato.

Notti.

Ed è buffo, perchè in realtà mi sono addormentata pensando a qualcosa che aveva a che fare con l’amore incondizionato che si sta sviluppando tra me e Noemi.

Sogni.

Incubi.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...