Che spavento…

Piccola… che spavento mi hai fatto prendere!
Lo so che stai bene, ti sento muovere sempre, come a volermi rassicurare che non mi lascerai sola, ti sento quando appoggio la mia mano sul ventre e tu mi rispondi con un bel calcio per dirmi che sei qui… sei sempre qui, non te ne vai. Ma ieri, che spavento! Quel rosso sul fondo del water, il terrore che tutto stesse per finire di nuovo, al sesto mese, ancora troppo presto per nascere, per lottare degnamente… sono riuscita a mantenere la calma solo per qualche secondo, ma come si fa?
Mentre guidavo come una pazza verso il negozio di Salvo ti pregavo di non lasciarmi, mi accarezzavo la pancia per farti muovere, mi incolpavo di stupide scaramanzie non osservate e poi… la corsa all’ospedale con le lacrime agli occhi e il ricordo della tua sorellina improvvisamente vivo, fresco, lì, a ricordarmi che non sempre tutto va bene, che la Natura è miracolosa ma non è sempre pietosa.
E infine il sorriso del dottore, un sorriso scanzonato, come a dirmi che non c’era bisogno di correre da lui, che può succedere. La visita, l’ecografia, il tuo cuore che batteva forte nello schermo e di nuovo i tuoi calci…
Solo tanto spavento.
Non farlo mai più…
Ma poi, tu non c’entri proprio niente. E’ stata la mia tensione, nient’altro.
Ci vediamo a luglio, Noemi. Non prima. A luglio.
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...