Sono noiosa…

… ma scriverlo non cambia le cose nè mi permette di crearmi quel pelo sullo stomaco che molti hanno e che forse è l’unica cosa che invidio alla gente.
Voglio un pelo sullo stomaco.
Voglio che se qualcuno mi provoca, a me non interessi niente. Voglio pensare solo a quello che è importante per me.
E il calcio, e la politica, e le mille discussioni filosofiche su quello che è giusto e quello che è sbagliato, a me non interessano. A me interessa vivere, vivere le mie emozioni, vivere le mie esperienze.
Voglio la mia isola felice.
A volte mi chiedo perchè mi sforzo tanto di piacere alle persone o di superare le divergenze. So benissimo che ci sono diverse opinioni, diverse convinzioni. Mi dico tollerante. Mi chiedo se lo sono.
Una cosa davvero non tollero. Le provocazioni fatte tanto per. Le provocazioni fatte a stile “lancio un sasso e nascondo la mano”. Le provocazioni fatte da chi è convinto che quello che dice è giusto.
Io non so mai se quello che dico o penso o credo è giusto. Io ci credo, ma sono pronta a cambiare opinione. Per quanto posso cerco di ascoltare le opinioni altrui e confrontarle con la mia.
Poi magari mi arrocco sulle mie posizioni e non cambio idea manco morta.
Se ci credo.
A volte mi sembra di dover scontare pene che non sono mie.
Ti chiedono di scontare il fatto di aver votato Prodi – non importa come sei arrivata a quel voto, ti chiedono di scontare il fatto che tu sei interista e che l’Inter ruba – non si sa cosa e non si sa perchè, ti chiedono di dire che Moggi è innocente – e mi chiedo, sono un giudice? Conosco i fatti, veramente?, mi chiedono di scontare il fatto di essere milanese, il fatto di essere una donna con le palle, il fatto di camminare sempre a testa alta.
Ma in che mondo viviamo allora?
Dove qualsiasi persona è pronta a rinnegare la tua amicizia per un credo calcistico. Dove io stessa mi ritrovo a dare più importanza a quello che non alla persona, perchè finisce che mi scoccia. Perchè finisce che ad uno ad uno tutti gli argomenti diventano tabù.
Sapete cosa mi importa ora?
Che il mio bimbo stia bene. Non chiedo altro.
Se l’Inter vince il derby ne sono felice. Se il Milan alla fine ci sorpassa, sono contenta uguale – se questi infervorati tifosi juventini la smetteranno di rompermi le palle perchè la mia squadra se non ruba non vince. A detta loro, ovviamente.
Se Berlusconi continuerà a governare, continuerò a insultarlo perchè non mi piace. Ma allo stesso modo mi trovo molto vicina ad alcuni membri del suo governo. Se il governo cadrà, me ne frega poco a dire il vero. Perchè essere di sinistra ora non significa esserne contenti.
Se internet mi farà perdere altre amicizie, ci rimarrò male, molto male. Mi arrabbierò e dirò cose cattive.
Ma solo una cosa conta ora: che il mio bimbo stia bene.
Non dover rivivere l’incubo dell’anno scorso.
Conta solo questo.
Quindi, scusatemi, ma mi voglio ritirare nella mia isola felice.
 
 
Annunci

Una risposta a “Sono noiosa…

  1. vedi Claudia, siamo uguali …… solo che l\’età ci fornisce un buon impermiabile, arrivi al punto che tutto ti scivola adosso….quello che dico e penso è giusto a prescindere…..perchè quello che dicono e pensano gli altri è giusto sino a prova contrariachi non mi ama non mi merita …….. inter juve milan /prodi berlusconi …. solo chi ha paura si nasconde dietro la provocazione ……..scontrati con la provocazione e poi considerala nulla ………niente e nussuno è e sarà più importante del tuo bimbo ………. pensieri parole amicizie finite (amicizie?!? ) …… tutto sarà nulla quando ci sarà il tuo bambino

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...