Elezioni politiche (e come non parlarne?)

Risultato scontato, per certi versi deludente.
Forse con solo due partiti (e mezzo) al Governo sarà più facile. Ma non c’è niente da fare: a me Berlusconi non solo non convince, ma non piace proprio. E’ troppo furbo, è troppo ricco, è troppo bravo a parlare. Cosa significa il cuscino sotto al sedere? Cosa significa quel sorriso da iena ridens? Cosa significa promettere a quello che una volta chiamavano popolino mille cose, e poi furbamente far ottenere più privilegi alla casta (non solo politica, intendo i ricchi, i miliardari come lui)?
Alzare un poco le pensioni, cacciare gente come se fossimo in censura, togliere le tasse alle imprese facendole passare come un alzamento generale degli stipendi… ma lui c’è mai stato in Sicilia?
Se a Salvo levano le tasse dallo stipendio, avrà forse 50€ in più… per non arrivare comunque a 900€.
Non riesco a capire. I politici saranno tutti uguali, va bene, è bello ripeterselo per giustificare che "voto Berlusconi perchè Veltroni ha una pensione di 6.700€". E Berlusconi, nessuno s’è mai chiesto cos’ha? Come può un miliardario capire le esigenze di gente che vive con 600€ al mese?
Ma anch’io se fossi in politica accetterei quella pensione! Andiamo, a chi non farebbero comodo quei soldi? Poi i soldi sono così, una volta che ce li hai, non vuoi che ti vengano tolti… come mi pesa essere a casa e non avere più uno stipendio, come mi pesa! Ma mica per la mia realizzazione personale, per i soldi! Per non dover calcolare tutto, per dover fare la spesa in un discount e non uscire a cena quando mi pare. Per non dover tenere fermi e far finta di non avere i soldi in banca, perchè voglio una casa nuova, e comunque non basteranno. Perchè abbiamo bisogno di una seconda macchina e non possiamo ancora prenderla.
Perchè IO risparmio. Perchè lo so che non c’è da fidarsi di un imprenditore che fa promesse ai dipendenti. Ognuno tira acqua al proprio mulino. Io per prima.
E che sono, scema forse?
Ovvio che cerco di fare gli interessi miei. No, non ci credo amico Berlusconi. Non la continuerai la lotta all’evasione. E se con una mano dai, con l’altra toglierai, in modo sottile perchè sei intelligente. Ma comunque avrai consensi.
E allora sapete una cosa?
Fanculo alla politica.
 
 
Annunci

2 risposte a “Elezioni politiche (e come non parlarne?)

  1. … forse dovrei riportta frase in un intervento vero e proprio… ciao sorella…

  2. Non c\’entra niente con la politica, su quello lascio un no comment e un "siamo dei grandi pecoroni e mi dissocio dalla mentalità italiana".
    Quindi lascio questa frase di quel genio di Fabio Volo che adoro perchè è veramente un grande. Nella sua semplicità.
     
    Come potrei convincerti che saprò amarti se non sapessi amare me stesso? Come potrei renderti felice se non potessi rendere felice me stesso? Da questo momento mi tolgo ogni armatura, ogni protezione. Con questo non ti sto dicendo “viviamo insieme”. Ti sto dicendo “Viviamo”. Punto.Non sono innamorato di te…Io ti amo.Per questo sono sicuro. Nell’amare ci può anche essere una fase di innamoramento, ma non sempre nell’innamoramento c’è vero amore. Io ti amo. Come non ho mai amato nessuno prima. E sono anche innamorato di te.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...